A braccetto con l’altra grande incompiuta, ovvero il vicino campo da calcio di cui già abbiamo parlato, la nuova sede della Pubblica Assistenza ha subito più o meno lo stesso destino: iniziati i lavori nel 2007 in pompa magna e poi clamorosamente abbandonato il cantiere da ormai alcuni anni.

Il pannello informativo
Il pannello informativo

Se ne è parlato forse troppo poco anche se sul web, nel sito della EOS Consulting, vi è una descrizione piuttosto dettagliata dell’intervento:

Il progetto riguarda la realizzazione della nuova sede dell’Associazione di volontariato “Pubblica Assistenza” all’interno del comparto individuato dal PRG vigente nel Comune di Siena come “P.N. 6.1 – Taverne: parco attrezzato”. Coerentemente con le indicazioni di PRG, il progetto prevede la realizzazione di una fascia attrezzata attorno al fiume con servizi sportivi, sociali e ricreativi; la nuova struttura a servizi farà quindi parte di un più ampio programma di urbanizzazioni realizzate nell’ambito del Progetto Norma 6.1, che prevede la realizzazione da parte del Comune di un parco fluviale attrezzato oltre a parcheggi pubblici e verde sportivo. L’impostazione progettuale dell’edificio, partendo da un processo partecipativo basato sugli input forniti dal contesto e sull’analisi delle esigenze espresse dai volontari (con un’esperienza maturata in oltre 40 anni di attività), si basa sulla previsione di un volume unico ed organico, sviluppato su due livelli. Il piano terreno è prevalentemente destinato al ricovero dei mezzi (autoambulanze, auto e carrelli) oltre ad uno spazio di testata aperto al pubblico e di collegamento con il piano superiore, destinato invece a servizi. Il progetto mira a privilegiare soluzioni affidabili con ottimale rapporto costo/beneficio ed elevata efficienza energetica; esso si caratterizza inoltre per la volontà di creare un intervento con basso impatto energetico, creando riscontri ed effetti positivi sia dal punto di vista del confort che del risparmio energetico. L’intervento impiega metodologie progettuali e soluzioni tecnologiche coerenti con i limitati budget economici ma che risultano anche in grado di garantire costi energetici e gestionali contenuti ed elevate prestazioni in termini di qualità e durabilità. Grazie ad una pluralità di azioni sul sistema edificio/impianto, sia di natura compositiva (orientamento, collocazione e dimensionamento delle aperture, ecc. ), che tecnologica (pacchetti murari ad elevata inerzia termica, infissi multistrato con vetro-camera, elementi frangisole, ecc.) che impiantistica (sonde geotermiche, pannelli solari e fotovoltaici, ecc.), sarà difatti possibile spingere le prestazioni dell’edificio arrivando a consumi primari di energia corrispondenti a metà di quelli di un edificio rispettoso della normativa vigente (Dlgs 311/2006).

Anche in questo caso, non ci resta che aspettare…

[infobox style=’regular’ static=’1′]

Nuova sede Pubblica Assistenza di Taverne d’Arbia, Siena (Si), Eos Consulting

[/infobox]

Annunci